LA COALIZIONE 27 FEBBRAIO AL PRIMO MAGGIO DI TARANTO

La Coalizione 27 Febbraio è nata il 27 febbraio 2015.
Essa riunisce in sè 21 associazioni e gruppi di lavoratori autonomi e precari di tipo eterogeneo, ordinisti e non ordinisti, tecnici e umanisti.
Nonostante le trasformazione epocali che si sono determinate negli ultimi trenta anni, e che hanno investito l’economia come la politica, i diritti sociali – nel nostro paese – continuano a essere strettamente connessi con il lavoro; più in particolare, con il lavoro di tipo subordinato. La moltiplicazione delle figure del lavoro, così come l’affermazione del lavoro autonomo e parasubordinato, NON sono state accompagnate da una revisione sostanziale del welfare e delle tutele: conquistare e promuovere tutele e welfare universali, indipendenti dalla tipologia del lavoro svolto, è obiettivo fondamentale della Coalizione.

In poco più di un anno la Coalizione ha fatto passi da gigante, e oggi è riconosciuta come il simbolo dei lavoratori autonomi e precari che incrociano le loro lotte.

Il 1 maggio, a Taranto, torna l’appuntamento con il “controconcerto”.
Il Primo Maggio di Taranto, evento interamente autofinanziato, creato dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, un gruppo di operai e cittadini formatosi a seguito del sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva nel 2012.
Gli artisti presenti saranno numerosissimi: dai Litfiba a Daniele Silvestri, da Caparezza ai Marlene Kuntz.
Ma la giornata non sarà dedicata solo alla musica.
Il tema di quest’anno è: “Legalità; quale giustizia?”. In un’Italia in cui si tutelano i poteri forti, politici e mafiosi, ma si condannano gli studenti che manifestano per il diritto alla vita e alla legalità. “Legalità”, parola non più legata al senso di giustizia, di etica e di partecipazione popolare ma dietro la quale garantire l’interesse di pochi a scapito dei diritti della maggioranza.

A rappresentare i lavoratori autonomi e precari, a raccontare il vuoto di tutele in cui noi viviamo, ci sarà la Coalizione 27 Febbraio.
E per la prima volta, a dare voce a questa parte del lavoro così dimenticata ci sarà un avvocato, un avvocato di MGA, Cosimo D. Matteucci.
E’ il segno di una rivoluzione epocale in atto.

La professione liberale per eccellenza ha smesso da tempo di essere “casta” e incrocia le lotte con quelle degli altri lavoratori senza ferie, senza malattia, senza pensione. A problemi comuni, cerchiamo soluzioni comuni.
E noi avvocati, che della Giustizia abbiamo fatto la nostra vita, saremo su quel palco per la giustizia sociale, per una più equa distribuzione delle risorse e della ricchezza, perchè tutti i lavoratori hanno diritto a pari tutele, ad una esistenza dignitosa e non precaria.

Sono sinceramente commossa nel dare questo annuncio, e sono orgogliosa che sia toccato a me farlo.
Il lavoro cambia, il paese cambia, l’avvocatura cambia.
Essere testimoni e in parte artefici di questa presa di coscienza ci ricorda che, per essere realisti, bisogna chiedere l’impossibile.

Vai Cosimo, vai Coalizione 27 Febbraio, andiamo compagni e amici. Noi saremo tutti a Taranto con voi, con noi, e questo ce n’est qu’un debut.
Ad maiora, davvero, con forza, con coraggio, con speranza.

Non siamo più soli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...