8, 9 e 10 settembre #NOCASTADAY‬ – PRESIDIO A PIAZZA MONTECITORIO

Gli avvocati della MGA (Mobilitazione Generale degli Avvocati) ed i farmacisti della mga-horz-vertFNPI (Federazione Nazionale delle Parafarmacie Italiane) hanno promosso un presidio di informazione e protesta in occasione della ripresa dei lavori parlamentari sul d.d.l. “Concorrenza”.
Il presidio si terrà in Piazza Montecitorio nei giorni e negli orari che seguono:
– 8/09: dalle 9:00 alle 14:00;
– 9/09: dalle 15:00 alle 19:00;
– 10/09: dalle 9.00 alle 14:00.
L’obiettivo principale del presidio è quello di informare i cittadini in relazione a ciò che sta accadendo.
Con quel disegno di legge il Governo e la maggioranza che lo sostiene tendono a realizzare un’altra mistificazione, un’altra distorsione della verità e dei fatti.
Per quanto riguarda i profili giuridici il disegno non promuove affatto lo sviluppo della “concorrenza”, nè garantisce la tutela dei “consumatori”, quel progetto di legge va invece a rafforzare le posizioni dominanti di alcune delle più influenti lobbies italiane: quella delle compagnie di assicurazione, di cui viene accentuato ed avvantaggiato il ruolo nelle procedure di risarcimento relative alla r.c.a., e quella dei notai, una delle poche categorie ad essere uscita indenne dal processo delle “liberalizzazioni”, con i rogiti che invece dovevano e devono essere “liberalizzati” proprio per liberare tutte quelle enormi potenzialità, economiche e commerciali, comunque connesse ai trasferimenti della proprietà immobiliare, potenzialità che ad oggi sono rimaste inespresse ed ingessate, anche e forse sopratutto a causa degli eccessivi costi notarili.
Queste operazioni, ai cittadini, devono essere spiegate, ed è infatti questo l’obiettivo del #nocastaday e del presidio a Montecitorio che sono stati organizzati insieme ai farmacisti della F.N.P.I. a tutti gli altri professionisti, lavoratori, associazioni, movimenti e cittadini che vi parteciperanno.
Come avvocati vogliamo anche parlare di un qualcosa che è reale, e che non può essere ricondotto ad una semplice valutazione personale: l’avvocatura non è una casta, o almeno non lo è più, certamente però la casta è nell’avvocatura come in qualsiasi altra categoria professionale, come in qualsiasi altro comparto economico dello Stato, come in qualsiasi articolazione della società, ed infatti, proprio in questo periodo di crisi si è enormemente aggravato il divario tra gli avvocati ed in generale i professioniti ed i cittadini produttori di redditi alti e medio-alti, e tutti gli altri, compresi quelli che di reddito non ne hanno alcuno.
Questo, è il dato politico, sindacale, sociale, culturale ed economico che vogliamo evidenziare.
E vogliamo tante altre cose.
Vogliamo delle norme che valorizzino finalmente il merito e gli onesti, che promuovano lo sviluppo della migliore e più virtuosa concorrenza e che tutelino i cittadini, nei fatti e non solo a parole.
Vogliamo spiegare ai cittadini la necessità di abbattere le lobbies e tutte le caste che si sono impossessate delle risorse economiche di questo paese, che ne stanno bloccando la mobilità sociale e che stanno distruggendo ogni possibilità di sviluppo solidale, giusto ed equo della società, con l’unico obiettivo di salvaguardare se stesse ed i propri interessi; questo è ciò che vogliamo ed è questo ciò che manca in quel disegno di legge.
M.G.A.
Il direttivo nazionale
****************************

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...